Scegliere il nome a dominio: 25 semplici regole

domini

Come ormai è usuale dire, “i migliori sono già stati presi”: sì, ciò vale anche per i nomi a dominio. Lo scorso 10 Novembre 2010 i nomi a dominio registrati hanno raggiunto quota 124.405.801, comprendendo i top level domain .COM, .NET, .ORG, .INFO, .BIZ e .US.

Ciò significa che trovare un buon nome a dominio libero è sempre più difficile: ecco perchè riproporre le 25 regole per una corretta scelta, suggerite da Glidedesign.

  • Scegliete la semplicità:
  • le complicazioni non aiutano mai. Concetti semplici, immediati: ecco la miglior scelta.

  • Corto è meglio:
  • un nome a dominio corto è più semplice da ricordare e da scrivere, evitando typo.

  • Potete dire il nome a dominio senza ulteriori spiegazioni:
  • il dominio perfetto non richiede spiegazioni quando viene pronunciato. Se avviene il contrario, rischiate errori di scrittura o di memorizzazione del dominio.

  • Non lasciate che qualcun altro registri il dominio:
  • attenzione a chi affidate il compito di gestire il vostro nome a dominio. Internet è pieno di casi in cui web designer e addetti delle varie aziende si appropriano del dominio, costringendo poi ad onerosi esborsi. Registratelo a vostro nome e non a nome di qualcun altro.

  • Chiedete consigli e commenti:
  • se non siete sicuri della scelta, verificate che il dominio soddisfi i precedenti requisiti chiedendo a qualcuno di confermarveli.

  • Evitate domini con trattini:
  • generano confusione e non sono semplici da ricordare.

  • Evitate gli omofoni:
  • un esempio: “twofancy.com”, “toofancy.com” e “2fancy.com” suonano esattamente allo stesso modo, ma non portano allo stesso sito. Se volete che gli utenti vi comprendano e vi ricordino in modo corretto, evitate gli omofoni che generano solo confusione.

  • Evitate i numeri, soprattutto a due cifre:
  • un esempio sono i domini che contengono parole come “for” o “to” che utilizzano i numeri “4″ or “2″ nel dominio: non sono semplici da ricordare, confondono l’utente. Limitate i numeri presenti nel nome a dominio

  • Scegliete l’estensione più adatta (.com, .net, .org, etc…)
  • quale pubblico volete raggiungere? Siete un’organizzazione governativa o no profit? Appartenete ad una realtà culturale specifica? Scegliete l’estensione in base ai vostri requisiti.

  • Utilizzate parole chiave:
  • per l’ottimizzazone sui motori di ricerca è importante utilizzare parole chiave

  • Rendetelo memorabile ed utilizzabile per un brand:
  • Il vostro dominio aumenterà di valore man mano che i visitatori lo consultano. Il peso del dominio sul vostro business, soprattutto online, è critico: il vostro dominio ha un senso? È interessante? Attraente? Divertente?

  • Attenzione ai domini “premium”:
  • se intendente acquistare un dominio premium, ovvero ritenuto di grande valore perchè caratterizzato da rilevanza, poche lettere e semplicità di scrittura, sappiate che potreste dover spendere una cifra consistente.

  • Fate molta attenzione ai doppi sensi e alle parole imbarazzanti:
  • abbiamo parlato spesso di nomi a dominio assolutamente imbarazzanti che, con l’unione di due parole messe insieme, andavano a formare un concetto tutto nuovo. Fate davvero attenzione a come affiancate le parole, a come vengono lette ed interpretate, soprattutto se scegliete domini in lingua straniera!

  • Se dovete fare lo spelling del vostro dominio, attenzione che sia chiaro:
  • se avete scelto un dominio che non risulta chiaro ad una prima pronuncia, fate almeno in modo che lo spelling risulti subito chiaro o il dominio verrà ricordato molto difficilmente.

  • Scegliete il nome della vostra compagnia/marchio:
  • se possibile, registrate sempre il nome della compagnia, a maggior ragione se cercate di espandere il vostro business online.

  • Rendete il vostro dominio unico:
  • evitate di prendere ispirazione da un dominio già esistente aggiungendo solo un piccolo particolare, come appunto un trattino. Cercate di essere originali ed unici.

  • Evitate l’utilizzo di marchi altrui:
  • se non volete incorrere in azioni legali e lunghe, noiose dispute, non utilizzate mai marchi registrati altrui.

  • Difendetevi dagli errori di scrittura:
  • se il vostro dominio è soggetto a typo, ovvero errori di scrittura, utilizzate una tecnica difensiva: comprate tutti i domini con gli errori più comuni che i visitatori potrebbero fare nel cercarvi e utilizzate il redirect.

  • Proteggete il vostro marchio con le estensioni:
  • registrate più estensioni per il vostro marchio, così da difendervi dal cybersquatting.

  • Attenzione ai possibili abusi:
  • se acquistate un nome a dominio attivo o appena scaduto, fate attenzione che non sia stato precedentemente segnalato per abusi.

  • Scegliere un Registrar affidabile
  • la qualità del servizio offerto dal Registrar prescelto vi garantisce molti problemi in meno

  • Rinnovo automatico del dominio:
  • se volete proteggere il vostro marchio e il vostro dominio senza errori di sorta, impostate il rinnovo automatico dello stesso.

  • Utilizzate i generatori di nomi a dominio:
  • possono suggerirvi qualche soluzione interessante ed originale.

  • Comprate il vostro dominio per 10 anni:
  • molti motori di ricerca controllano l’affidabilità del nome a dominio in base alla data di scadenza; i domini utilizzati per breve tempo potrebbero appartenere a truffatori su Internet e vengono ritenuti meno affidabili.

  • Trovate il vostro dominio il prima possibile:
  • battere la concorrenza sul tempo è diventato ormai essenziale!

    Via | Glidedesign

    Scopri »

    .it

    € 4.90 + IVA/anno
    Gestione DNS inclusa
    Ordina ora »

    Post recenti

    Condividi sui tuoi social