Cybersquatting: abusivismo nell’era del web

Cybersquatting: abusivismo nell'era del web

Sono finiti i tempi in cui si correva all’acquisto indiscriminato di domini appartenenti ad aziende o personaggi famosi per poi chiedere un “riscatto” cospiquo in cambio della liberazione del .com in questione.

L’ultimo caso di cronaca in merito coinvolge nientemeno che la cantante/attrice Jennifer Lopez che ha vinto una causa per “riappropriarsi” di jenniferlopez.net e .org precedentemente acquistate da un tal Jeremiah Tieman (dell’ Arizona) per usi commerciali. Erano usati infatti come un semplice ammasso di classica pubblicità pay-per-click.

Ora l’uomo dovrà passare i domini alla cantante che li userà per la sua Jennifer Lopez Foundation, organizzazione senza scopo di lucro che promuove un miglior accesso alla cura della salute di donne e bambini. Oltre a ciò dovrà versare l’intero importo guadagnato con questo sistema. La cifra è attualmente in fase di valutazione da parte delle autorità.

Finita la pacchia per chi cerca se è ancora libero CocaCola.com

Via | Inquisitr

Foto | Flickr

Scopri »

.it

€ 4.90 + IVA/anno
Gestione DNS inclusa
Ordina ora »

Post recenti

Condividi sui tuoi social